I carabinieri della stazione di Orsogna hanno denunciato a piede libero per indebita percezione del reddito di cittadinanza un 52enne disoccupato del luogo. Nel corso delle indagini svolte dai carabinieri sui percettori del beneficio,  residenti nello stesso Comune, è stato accertato che il 52enne aveva indicato nella dichiarazione sostitutiva unica per ottenere il reddito di cittadinanza di essere residente in un’abitazione non di sua proprietà, che da oltre 7 anni è in disuso e priva degli allacci alle utenze domestiche mentre è domiciliato in un altro immobile del paese dove vive con i familiari. In circa due anni ha percepito oltre 9 mila euro. L’ufficio provinciale dell’I.N.P.S. di Chieti ha avviato le procedure per la revoca dell’assegno mensile.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia