Arriva la prima sconfitta lontana dalle mure amiche nella guida Maffezzoli. Rieti vince 77-63.

É la Kienergia Rieti a partire decisamente meglio con un super Pepper che domina la Lux nel primo quarto. I reatini scappano subito 9-0.

È Williams, con i primi due punti per i biancorossi teatini , ad interrompere il momento “super” dei padroni di casa.

Sorokas realizza dopo il timeout chiamato da coach Maffezzoli. Qualche problema per la difesa teatina che non riesce ad arginare i tentativi della Npc che così può chiudere il primo quarto sul 26-8 complice anche le 8 palle perse dalla Lux. Non cambia l’inerzia del match ma Rieti spende subito 4 falli in meno di due minuti di gioco.

Sono di capitan Piazza i primi due punti della seconda frazione che arrivano con un 2/2 ai liberi. Un Pepper da 14 punti finora realizza ancora da 3. Manca la lucidità a Chieti che continua ad imbarcare punti non riuscendo a fermare le lingue di fuoco di Rieti.

Ci prova Williams con una tripla.

Maffezzoli ruota molto ma Chieti non è lucida e non riesce a imbastire una manovra offensiva pulita continuando a perdere troppi palloni: 12 palle perse.

Chieti tocca il – 29. Favali prima realizza da due e poi con un ottima difesa va a guadagnare un fallo ai danni di Sanguinetti. È il duo Williams – Favali a tenere Chieti a galla andando a realizzare. Cresce la Lux Chieti aggrappata al suo americano Pendarvis Williams. De Laurentiis riporta i suoi sul + 22 chiudendo il primo tempo sul 47-25.

Ancora Santiangeli riesce a conquistare 3 tiri liberi ma Pepper è davvero imprendibile e realizza 5 punti che costringono Chieti al timeout. Santiangeli fa il Pepper di Chieti provando dalla lunga distanza a ridurre le distanze in campo. Sorokas e Bozzetto portano Chieti a -14 con 1:08 da giocare del terzo periodo. Bozzetto sullo scadere realizza dai 6.75 riportando i suoi al -13. 65-52.

I liberi di Sorokas portano la Lux sul -10 con 8:10 da giocare nel 4º quarto.

Stefanelli da 3 punti taglia le gambe a Chieti nel miglior momento dei biancorossi.

Pepper risponde alle sfuriate teatine riportando a distanza di sicurezza i suoi.

Sorokas riesce con una schiacciata a prenotarsi un posto nella top 10 del girone rosso a 2:58 dalla fine. Per la Lux non c’è più tempo per provare a recuperare una partita iniziata nel peggiore dei modi complice anche la stanchezza fisica dovuta alle tante  ravvicinate. Adesso si tornerà a Chieti cercando di archiviare questa sconfitta il prima possibile per ripartire più forti di prima.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia