“La relazione del governo votata poco fa alla Camera, che apre la strada al decreto Aiuti bis, rappresenta davvero il minimo necessario per contrastare la difficile situazione economica attuale e sostenere cittadini e imprese. Il Movimento 5 Stelle, come sempre, non si è sottratto alle sue responsabilità nei confronti dei cittadini, ma occorre sottolineare che questo non è un vero scostamento di bilancio, che il Movimento 5 stelle chiedeva da mesi al premier Mario Draghi. Quello sì, avrebbe aiutato ad affrontare in maniera più incisiva e tempestiva le difficoltà del momento, consentendo di contrastare efficacemente la pandemia energetica,  gli aumenti delle bollette, e di mettere in campo da subito interventi strutturali per arginare i rincari, accelerando sulle rinnovabili e sull’efficienza energetica. Oggi invece abbiamo votato per utilizzare 14,3 miliardi che derivano da maggiori entrate tributarie al 30 giugno 2022 e dal maggior gettito IVA causato dall’aumento dei prezzi dell’energia e dalla conseguente impennata dell’inflazione. Questo non può essere sufficiente. Ancora una volta questo Governo ha dimostrato di non avere il coraggio sufficiente per affrontare concretamente i problemi degli italiani”. Così nel suo intervento in Aula a Montecitorio la capogruppo M5S in commissione Bilancio, Daniela Torto. “Voglio ricordare che il Movimento 5 Stelle, con il presidente Conte, si è trovato già ad affrontare una grave emergenza. Nel dramma della pandemia siamo intervenuti con coraggio e risolutezza. In un momento davvero drammatico per la storia repubblicana, il presidente Giuseppe Conte e il suo Governo seppe mettere in campo scostamenti – reali – per un valore complessivo di 130 miliardi di euro. Lo abbiamo già fatto, avevamo l’obbligo di ripetere quelle scelte. Grazie a quanto fatto durante i mesi del Conte 2, il PIL relativo al 2021 ha registrato un incremento record del 6,6 per cento. Un risultato di cui ha giovato anche e soprattutto il governo Draghi, che però si è opposto per mesi alla richiesta del Movimento 5 Stelle di uno scostamento di bilancio. Sono stati mesi in cui abbiamo visto smantellare una ad una le misure che più hanno aiutato il nostro Paese a stare in piedi durante la pandemia: Cashback, Superbonus e Reddito di Cittadinanza tra tutte. Ecco perché abbiamo contestato la timidezza da parte del Governo, ci siamo ribellati agli attacchi scellerati contro queste misure, abbiamo chiesto con forza che venissero messe al centro dell’agenda politica le reali priorità dei cittadini. Adesso al Paese serve una manovra economica che resista alle pressioni elettoralistiche e continui ad assicurare il massimo sostegno alla crescita e all’occupazione. Occorre fare di più per sostenere il popolo italiano”, ha concluso Torto.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia