Tornano per gran parte ai donatori i soldi raccolti per piazza San Giustino nell’ambito della campagna “Perché Chieti è anche mia”. Di seguito la nota diffusa sui social dai promotori dell’iniziativa. “La raccolta fondi, partita il 26 maggio 2021, veniva interrotta il 14 giugno a seguito del comunicato con il quale il  Comune di Chieti riteneva “non solo assurdo, ma anche irresponsabile, affidare ad altri qualsiasi tipo di iniziative e ingerenze sugli scavi. A quella data erano stati già raccolti 7.600,00 euro accreditati su un conto corrente vincolato ed intestato al Notaio Giovanni Plasmati. Dopo successive interlocuzioni, è seguita la volontà espressa dal Vice Sindaco del Comune di Chieti di destinare la somma raccolta ad “altri interventi di manutenzione su beni archeologici della città” con specifica comunicazione da fare ai promotori. Il Notaio Giovanni Maria Plasmati, incaricato della custodia e della gestione dei fondi raccolti, pur ritenendo salvaguardata la finalità di fondo della donazione, prima di procedere all’erogazione in favore del Comune,  chiedeva l’interpello dei donatori per questa nuova destinazione dei fondi assentita Venivano quindi contattati i 127 donatori chiamati ad assentire o meno alla diversa destinazione dei fondi raccolti.  Ad esito della consultazione dei 7.600 euro raccolti le donazioni definitivamente assentite risultano pari ad euro 1.895,00,  somma che verrà trasferita dal Notaio incaricato al Comune di Chieti. Il restante importo di euro 5.725,00 verrà restituito con le seguenti modalità: – nella giornata di martedì  3 agosto presso lo studio notarile Plasmati in via B. e S. Spaventa 7 in Chieti, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:30 alle ore 18:30 si procederà alla restituzione degli importi donati sulla piattaforma GOFUNDME, pari ad euro 1.575,00, per i quali non è stato possibile effettuare la restituzione tramite bonifico bancario; – quanto alla restante somma di euro 4.150,00 il Notaio incaricato ha già disposto la restituzione tramite bonifico bancario. Tutte le spese di gestione della raccolta (di pubblicità, bancarie e per le commissioni Gofundme) sono rimaste interamente a carico dei promotori. Gli importi che non verranno ritirati resteranno in deposito e custodia presso il Notaio Plasmati. Un ringraziamento a tutti i donatori che, con la loro partecipazione, si sono resi parte attiva ed interpreti in concreto del principio di “sussidiarietà orizzontale”, spinti unicamente dal profondo amore per la propria città. Grazie di cuore”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia