Il graphic designer Sebastian Lazzaro è il vincitore del concorso indetto da Mirare per la realizzazione del marchio distintivo di Tricalle Sistema Cultura, il nuovo centro di produzione culturale nato dal primo partenariato speciale pubblico privato realizzato in Abruzzo tra la Soprintendenza ABAP per le province di Chieti e Pescara e la cooperativa Mirare, e primo progetto in Abruzzo a ricevere l’Art Bonus della Fondazione Banco di Napoli. Un primato quello di Mirare, che la fa diventare un case history per quanto riguarda la rigenerazione e la gestione dei beni culturali. La premiazione si è tenuta oggi a Chieti presso Palazzo Zambra, sede della Soprintendenza ABAP per le province di Chieti e Pescara alla presenza della soprintendente Rosaria Mencarelli, del sindaco  Diego Ferrara, del vice sindaco Paolo De Cesare, di Marco Passerini, presidente di Mirare e dei titolari di Tecno Glass S.r.l., azienda di Ortona specializzata nella produzione e commercio di articoli per vetrerie, che ha permesso, grazie al suo mecenatismo, la realizzazione del concorso e la valorizzazione dei creativi residenti in Abruzzo e Molise. Sono stati 41 i progetti partecipanti, di questi, 15 sono stati esclusi perché presentati da soggetti non operanti o residenti in Abruzzo e Molise e 26 sono stati ammessi alla competizione e giudicati dalla commissione composta da Dario Di Luzio, architetto, Zaira Fusco, vicepresidente Mirare, Renato Ravenda, brand marketing, Caterina Riva, direttrice artistica MACTE di Termoli, Lucia Zappacosta, docente, curatore e critico indipendente. Tricalle Sistema Cultura, dal 18 al 21 agosto, ospiterà presso il suo spazio esterno il Coralia Fest, quattro giornate in cui 8 relatori di varia estrazione culturale e formativa affronteranno un tema centrale per il futuro del nostro Paese che è il «diritto alla crescita», con particolare attenzione al territorio abruzzese e molisano. Energie, speranze, idee, cambiamenti, esperienze, condivisi con un linguaggio accessibile ad un ampio pubblico.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia