Alessandra Carrisi

È arrivato il momento del debutto casalingo della Pallavolo Teatina. Il pubblico di Nocciano potrà vedere per la prima volta una squadra totalmente rinnovata, sia nella guida tecnica che nel roster.

La giovane età, l’emozione del debutto e anche la necessità di oliare meglio i meccanismi costituiscono tutti elementi che si sono fatti sentire e che hanno pesato, in occasione della sconfitta nella prima di campionato a Perugia. Come ha dichiarato a fine partita Cristian Piazzese, la Teatina per lunghi tratti, specie nel primo e nel secondo set, non ha giocato, mostrando una tensione e una mancanza di tranquillità che hanno impedito alle neroverdi di mostrare le loro qualità e il loro valore.
La Lucky Wind Trevi è partita molto bene, superando in casa con un netto 3-0 Isernia. La squadra umbra si è rafforzata rispetto allo scorso anno, quando fu sconfitta 3-1 a Nocciano, e arriverà sicuramente in Abruzzo con l’obiettivo di raccogliere altri tre punti. Starà alle neroverdi mostrare di saper reagire a un inizio difficile e di voler iniziare con il piede giusto la nuova stagione tra le mura amiche, come ci conferma la centrale Alessandra Carrisi:
«Credo che ci sia mancata un po’ di freddezza e di lucidità. Abbiamo sentito molto la partita a livello emotivo, così, nei momenti critici, non siamo riuscite a trovare una soluzione per sbloccarci e andare avanti. Dobbiamo lavorare su tutto, dalle piccole cose alle più grandi, in modo tale da non “perdere per strada” le nostre sicurezze. È necessario allenarsi e impegnarsi anche e soprattutto su quegli aspetti del gioco che possono piacere meno ad ogni singola giocatrice. Riguardo alla partita di domani, non mi aspetto nulla in particolare, so soltanto che la sconfitta della prima partita ci ha stimolate a fare mille volte meglio. Per il resto si vedrà tutto in campo».
In una squadra giovanissima, tu sei forse l’elemento con più esperienza alle spalle: come giudichi questa Pallavolo Teatina? Che tipo di campionato può fare?
«Il campionato che possiamo fare lo vedremo partita dopo partita. So solo che siamo una squadra molto competitiva e a cui piace fare bene le cose. Il tipo di campionato che possiamo fare lo vedremo e lo decideremo tutte insieme».
Com’è andato il tuo inserimento e come ti trovi in questa nuova esperienza in Abruzzo?
«Molto bene! È un bel gruppo, in cui si ride e si scherza ma, allo stesso tempo, si lavora tanto e con impegno. Mi trovo davvero bene e spero che continui così. Ora manca solo la vittoria!».

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia