Si è tenuta oggi la commissione Sanità richiesta dai consiglieri Bruno Di Iorio, Maurizio Stefano Costa, Giampiero Riccardo, Serena Pompilio e Mario De Lio sulla convenzione relativa all’uso del Palazzetto di Colle dell’Ara. “La struttura – sottolineano i consiglieri di minoranza al termine della Commissione Consiliare – nonostante non ci sia più l’emergenza Vaccinale è stata sottratta allo sport ed alle associazioni sportive costrette ad espatriare fuori Chieti con evidente aggravio a carico delle famiglie teatine e dell’accesso allo sport. L’assessore Pantalone in commissione ha parlato di 18 impianti ad oggi fruibili ma, a domanda specifica, non ne ha indicato quali siano però le relative strutture abbandonando la seduta senza dare riscontro alla richiesta ed elencando 2 strutture bocciofile. I ragazzi di Chieti devono dedicarsi alle bocce? Risulta ad oggi che società di pallavolo teatine non hanno trovato allocazione in città dovendo andare a Rosciano e Francavilla. Peraltro è stata richiesta anche la visione della relativa convenzione con la Asl  ma, proprio con nessuna trasparenza, ad oggi non è stata esibita perché è emerso in commissione che non ancora è definita. La verità – concludono  i  consiglieri Bruno Di Iorio, Maurizio Stefano Costa, Giampiero Riccardo, Serena Pompilio e Mario De Lio – è che si utilizza la scusa della sanità per coprire la realtà ossia che il palazzetto di Colle dell’Ara è privo delle relative autorizzazioni per essere abilitato allo sport! Il dato di fatto ulteriore emerso è che ad oggi il pala Colle dell’Ara è chiuso anche per le vaccinazioni poiché ad oggi le prenotazioni sono pochissime. Colle dell’Ara chiuso allo sport e chiuso per le vaccinazioni!”

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia