“Come Gruppi consiliari di centrosinistra siamo stati presenti oggi alla manifestazione popolare sull’emergenza idrica al fianco del sindaco e dell’Amministrazione, perché riteniamo l’ascolto e la partecipazione, dei precisi doveri da assolvere nei confronti della cittadinanza che in noi ha riposto fiducia e consenso”, così i consiglieri comunali del Pd, della Sinistra con Diego e di Chieti per Chieti.

“Comprendiamo, fosse altro, perché lo viviamo anche noi, il grave disagio palesato dai cittadini oggi, nonché la legittima esasperazione a fronte di un problema che attanaglia Chieti da più di un decennio, ormai – ribadiscono i consiglieri di Pd, La sinistra con Diego e Chieti per Chieti  – Riteniamo giusto che abbiano voluto interloquire direttamente con il Sindaco Ferrara che mai si sottrae, o si è sottratto, a confronti e richiesta di chiarimenti. Come Maggioranza consiliare, noi con fermezza sosteniamo l’approccio del nostro Sindaco e dell’assessore al ramo, ma soprattutto siamo consapevoli del già immane lavoro che stanno portando avanti nei confronti dell’ACA S.p.A., al fine di trovare soluzioni reali e concrete al problema, ma anche e soprattutto nei confronti di ERSI che è l’organo deputato al controllo e alla vigilanza del sistema di approvvigionamento e distribuzione. Soprattutto, ciò che va riconosciuto utile è l’impegno, fatto di proposte e non solo di proteste, che il Sindaco e l’Amministrazione teatina pongono in essere quotidianamente per far sì che la Regione Abruzzo finalmente agisca a risoluzione, a tal fine coinvolgendo tutti i Sindaci del Comprensorio interessato dalla gestione ACA.

Il Sindaco Ferrara sa che è l’unione che fa la forza e che è l’unità di intenti a far raggiungere gli obiettivi. Il nostro compito è lavorare a beneficio dei cittadini ed è questo che come gruppi consiliari, in silenzio e senza clamori strumentali, stiamo facendo da mesi, non ritenendo rispettosi e utili demagogia e propaganda che alcuni usano come metodo. Le opposizioni ritengono determinante il confronto in Consiglio Comunale straordinario, arrivando a dire che la politica deve rispondere con atti amministrativi: ci chiediamo perché non si siano attivati presso il governo regionale di centrodestra per sollecitare la presa in carico del problema da parte dell’esecutivo. Di nostro non possiamo che essere d’accordo, ma ci chiediamo cosa possa deliberare di concreto, fattuale, ma soprattutto utile ed efficace, un Consiglio comunale con un Ordine del giorno vuoto, inconcludente che, peraltro, vuole impegnare Sindaco e Giunta a fare esattamente ciò che stanno già facendo da mesi.

Non saranno le parole a risolvere questo e i tanti altri problemi ereditati e stratificati a Chieti; sarà invece portare fatti e proposte, serie e vere, ai livelli istituzionali giusti e competenti a fare la differenza, ora che con i fondi nazionali ed europei stanziati anche sul tema acqua e non ancora utilizzati, nessuno potrà più giustificare la propria inerzia o poca lungimiranza. Chieti è disponibile a fare da capofila a una presa di posizione civica con tutti gli altri Comuni interessati dal problema, per portarlo al livello che merita e produrre soluzioni a vantaggio della cittadinanza, nonché a interloquire con i soggetti in grado di risolvere e con gli utenti del servizio, che devono restare il riferimento principale delle azioni.

In questo impegno, forte e determinato, il PD teatino, la Sinistra con Diego e Chieti Per Chieti, saranno al fianco e di supporto concreto al Sindaco Ferrara e all’Amministrazione comunale, nonché presenti lì dove devono essere eticamente e moralmente: dalla parte delle Persone!”

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia