Si è rinnovato questa sera l’appuntamento con la tradizionale Via Crucis dei lavoratori. I Sindaci di quattordici comuni della provincia hanno animato le Stazioni con i rappresentanti del volontariato, delle Forze dell’ordine, di associazioni, confraternite, realtà territoriali delle ACLI e della Chiesa Ortodossa. A creare un’ulteriore commozione e suggestione sono state le preghiere accompagnate dalle struggenti musiche del coro e dei musici del Sacro Monte dei morti: in modo particolare “Ti adoriamo Cristo”, “Stabat Mater”, “Osanna” e la musica tutta teatina scritta dal maestro Peppino Pezzulo “O bone Jesu”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia