“Facciamo gli auguri al sindaco Leo Castiglione per la sua rielezione, alla Giunta ed all’intero Consiglio Comunale di Ortona,  che si è insediato nei giorni scorsi”: è quanto riportato in un documento del coordinamento cittadino dell’Udc. “Oltre a questo- sostiene Eduardo Grumelli, segretario comunale del partito- è da considerare che il vero vincitore è stato l’astensionismo: un elettore su due non si è recato alle urne dimostrando disaffezione per la politica che provoca un profondo deficit democratico. I dati devono essere analizzati con obiettività e mi trovassi nelle vesti di un amministratore, sicuramente non prenderei sotto gamba un esito raggiunto con dinamiche di questo genere; ovviamente non si vuole delegittimare il volere della maggioranza degli elettori, ma semplicemente ricordare che troppi di loro non hanno scelto” . Da oggi inizia un nuovo percorso e l’Udc è fiera di aver sostenuto il candidato Ilario Cocciola “uomo onesto, coerente e capace che è stato in grado di creare un polo moderato attivo e competente- aggiunge Grumelli- pronto ad affrontare le sfide amministrative e a svolgere un ruolo d’opposizione credibile ed efficace. Abbiamo condiviso l’apparentamento con l’ex competitor Di Nardo mettendo da parte dispute ideologiche che non possono più interessare la politica locale, che per via dei grandi “principi” ha trascurato l’onestà e l’interesse verso la comunità. È il momento di ricostruire e lottare per le nostre idee e lo faremo in maniera costruttiva e matura”.  Nel documento dell’Udc ortonese si legge ancora: “ci auguriamo che l’attuale primo cittadino prenda in considerazione alcuni punti del nostro programma attivando un progetto di recupero delle risorse idriche evitando gli eccessivi sprechi e prevenendo il problema siccità, spettro che incombe ormai sempre più massicciamente. Dati i legami di questa Amministrazione con la politica regionale e parlamentare in rappresentanza del nostro territorio, chiediamo che il nosocomio cittadino venga riabilitato nella sua integrità con la riapertura di un punto nascite, un pronto soccorso efficiente e reparti indispensabili per la salvaguardia e la cura della salute dei cittadini”. “Fortunatamente- spiega ancora il segretario Grumelli- le parole “alla moda” come PNRR sono il tema caldo del momento; auspichiamo la ricezione di finanziamenti che incentivino il turismo,l’agricoltura, il commercio, l’industria e la cultura nel nostro comune” .

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia