Si chiama “Scuole sicure e sostenibili” l’iniziativa presentata da Federico Gallucci, quale presidente dell’associazione “La Gente d’Abruzzo” , e dalla consigliera comunale Serena Pompilio, presenti alcuni genitori di alunni che frequentano le scuole nel capoluogo teatino.  “L’iniziativa- dice Gallucci, avvocato-  trae spunto dalla necessità di effettuare un monitoraggio a tutto tondo sullo stato di salute delle scuole della nostra città, attenzionandole sotto il profilo della sicurezza (modalità di applicazione dei protocolli Covid, esame dei piani di sicurezza per le emergenze che prevedono simulazioni di evacuazione rapida in caso di incendio o terremoto ed ancora adeguamento alle normative antisismiche o antincendio…)  e della fruibilità (gestione mense, pieno tempo, progetti di studio assistito, spazi ricreativi, sportivi…) attraverso una modalità pragmatica e tecnica, senza polemiche strumentali. Occorre delineare un percorso istituzionale che metta in rete tutti gli organi deputati, per quanto di loro competenza sulla gestione scolastica (comune, provincia, regione, ISR, ASL, azienda trasporto pubblico, direttori didattici), affinchè, attraverso il dialogo e la partecipazione condivisa, si analizzino le eventuali criticità e problematiche e si individuino le opportune risoluzioni. La scelta di chiedere collaborazione alla consigliera Serena Pompilio -sottolinea Gallucci- deriva dalla sensibilità che la stessa ha da sempre manifestato in campagna elettorale di volersi dedicare alla risoluzione di tali tematiche. La consigliera ha colto perfettamente lo spirito della iniziativa, ampliandone la portata (dalle scuole primarie a tutte le altre) ed impegnandosi ad affrontarla secondo un approccio tecnico, apartitico, apolitico, non polemico e non fazioso, calandosi nel ruolo di rappresentante istituzionale della intera collettività cittadina. Nelle prossime ore, la consigliera farà partire, come prima iniziativa, la convocazione del tavolo istituzionale permanente per iniziare ad affrontare le tematiche relative alla sicurezza”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia