“Mi piacciono i momenti di silenzio quando non c’è nessuno e gli animali sono tutti lì, felici di vedermi”.

In questa frase c è tutto il pensiero di Antonio, un ragazzo di Scafa che ha costruito in questi anni un vero e proprio zoo privato con tanto di laghetto interno. Una passione che coltiva sin da quando era bambino, portata avanti con sacrificio e amore verso gli animali che ormai sono diventati i suoi più cari amici. In questi anni ha creato una vera e propria oasi privata con numerosi esemplari di animali che difficilmente è possibile trovare al di fuori di parchi e riserve naturali.

Possiede infatti quattro pavoni “Comune”(tre maschi e una femmina), tre galline “Moroseta” (due maschi e una femmina), due galline “Faraona” (un maschio e un femmina), tre tartarughe (due femmine e un maschio), quattro gallinelle “Giada” (due femmine e due maschi), un gallo veronese bianco con la coda lunga, un gallo bolognese, due canarini, due colombe pavoncelle, 4 oche “Mandarino” ( due femmine e due maschi), quattro  oche “Mulard” (due femmine e due maschi), due oche “Cignoidi” ( un maschio e una femmina), tre oche “Romagnole” (due femmine e un maschio), un oca “Cinese”, sette oche “Germani reali” (cinque  maschi e due femmine) e due pastori abruzzesi.

Antonio, che di professione fa il Collaboratore Scolastico alla Scuola Primaria di Lettomanoppello, ha intenzione di acquistare altri animali e di ampliare il suo zoo, ma soprattutto organizzare visite didattiche per i bambini per far capire loro l’amore e il rispetto per gli animali.

“Quando vengo qui sono felice e non penso a niente. E’ come se non avessi più problemi” , dice Antonio, mentre dà da mangiare ai suoi pavoni.

È proprio il caso di dire… “Chi trova un amico trova un tesoro, ma chi trova un animale come amico sarà ricco per tutta la vita”.

                                                

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia