Cala domani il sipario sul campionato di serie D e il Chieti vive con un pizzico di apprensione gli ultimi 90 minuti della stagione perché la sua salvezza appare virtuale ma non ha ancora l’avallo dell’aritmetica, unico sigillo col quale viene… vidimato il mantenimento della categoria che tanti sacrifici è costata. Fatto questo mai da dimenticare, in troppi infatti la snobbano e la ritengono troppo bassa per il passato (e il blasone) della squadra neroverde. Il che sarà vero, ma questi sono i tempi, difficili (e molto) per tutti.

Verna

Il Chieti chiude con la trasferta a Recanati, trova un avversario da settimane promosso in serie C, ampiamente appagato (e i recenti risultati dei marchigiani stanno lì a testimoniarlo). Ma nel giorno del congedo e della festa finale i giallorossi di Giovanni Pagliari (un ex a Chieti amatissimo) annacqueranno il proprio impegno, giocheranno come fosse una formalità? Riteniamo di no e dunque la formazione di Alessandro Lucarelli il risultato positivo dovrà sudarselo, tanto. Con tutti i rischi connessi al fatto che la Recanatese sicuramente disputerà una partita “vera”. Occhio, allora.

Mele

Ma cosa serve al Chieti? Premettiamo che domenica scorsa c’è stato un risultato al quale forse nessuno ha prestato la dovuta attenzione. Ci riferiamo a Fano-Vastogirardi. Se i molisani non avessero pareggiato al 95′ il Chieti sarebbe già salvo aritmeticamente per effetto di una classifica avulsa della quale parleremo. Considerando che Castelfidardo (38) e Castelnuovo (43) sono a distanza di sicurezza, altre due squadre vanno tenute  alle spalle.

1) il Chieti se pareggia è salvo

2) Se perde bisognerà naturalmente vedere i risultati delle altre che le stanno alle spalle. In caso di sconfitta neroverde, se vincono, superano il Chieti: il Notaresco e il Montegiorgio (vanno a 49), Vastogirardi e Fano lo raggiungono (a 48), al Matese (che l’affianca a 48) basta il pareggio per superarlo.

3) In caso di arrivo a 48 in tre la classifica avulsa dice Chieti e Vastogirardi 6 punti, Fano 2 (ecco perché se avesse vinto il Fano otto giorni fa, sarebbe stato meglio). Si andrebbe allora alla differenza reti che ora è Chieti zero, Vastogirardi – 3, ma i risultati domani cambierebbero ovviamente questi numeri. Salvezza neroverde anche in caso che a 48 fosse intruppato pure il Matese, primo nell’avulsa a 11; Chieti 10, Vastogirardi 7, Fano 2.

4) Naturalmente ci sono molte altre combinazioni che metterebbero in salvo la squadra neroverde. Tipo: se pareggia o perde Vastogirardi, se non vince una tra Montegiorgio e Notaresco, se perde il Castelfidardo (numero dei punti di distacco superiore a 8).

Tutti disponibili, ad eccezione di Mele (squalificato) e Siragusa (infortunato, distorsione). Ma tutti convocati: domani si vuole festeggiare la salvezza uniti, con l’intero gruppo a celebrarla. Ci crediamo.

PROGRAMMA. Atletico Fiuggi-Castelfidardo; Aurora Alto Casertano-Notaresco; Montegiorgio-Tolentino; Nereto-Vastese; Pineto-Samb; Porto d’Ascoli-Fano; Recanatese-Chieti; Trastevere-Matese; Vastogirardi-Castelnuovo Vomano.

CLASSIFICA. Recanatese 67; Trastevere 58; Tolentino 56; Pineto e Samb 52; Vastese e Atletico Fiuggi 50; Porto d’Ascoli 49; Chieti e Matese 48; Notaresco e Montegiorgio 46; Vastogirardi e Fano 45; Castelnuovo Vomano 43; Castelfidardo 38; Nereto 13; Aurora Alto Casertano 7

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia