“La Giunta regionale ha approvato con propria Delibera, il programma di reingegnerizzazione del Clinicizzato di Chieti per un importo complessivo di 60.497.378,00 euro. Dopo la definizione, con la sentenza della Corte di Cassazione, della triste e tormentata vicenda del faraonico project financing si passa alla concretizzazione del programma che prevede nuove realizzazioni, messa in sicurezza e reingegnerizzazione dell’attuale ospedale. Programma predisposto con studio di fattibilità dagli Uffici tecnici della Asl 02 che prevedono nello specifico: realizzazione del corpo P destinato a laboratorio di Analisi, Anatomia patologica, Risonanza magnetica e Radiologia, Pet-Tac e Medicina nucleare, realizzazione nel corpo M della sala ibrida e interventi sulle sale operatorie, mentre sul corpo L sono in programma i lavori di completamento del percorso diagnostico del Pronto soccorso. Peraltro, è previsto l’acquisto di 2 apparecchi per le  risonanze magnetiche che andranno a risolvere l’annosa problematica dell’utilizzo del camion posto all’esterno dell’immobile. Il tutto per una spesa complessiva di oltre 60 milioni di euro così finanziati:  49 milioni  ex art. 20; 2,6 milioni quale contributo 5% del bilancio regionale; 9 milioni relativi a prossime disponibilità. A ciò devono essere aggiunti gli oltre 16 milioni di euro già investiti dal 2019 ad oggi, tra cui ci sono le risorse per il robot “da Vinci” per Urologia e Ginecologia, per il reparto del professor Schips, e l’acceleratore lineare per Radiologia per il reparto del professor Genovesi. Questa è la risposta concreta di questo governo regionale e della maggioranza di centrodestra, dopo il nulla del  quinquennio D’Alfonso&Paolucci, alle critiche inconsistenti e pretestuose delle opposizioni di centrosinistra e dopo alcune uscite inopportune del Sindaco di Chieti”. E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Mauro Febbo.

 

“La Giunta regionale ha approvato con propria Delibera, il programma di reingegnerizzazione del Clinicizzato di Chieti per un importo complessivo di 60.497.378,00 euro. Dopo la definizione, con la sentenza della Corte di Cassazione, della triste e tormentata vicenda del faraonico project financing si passa alla concretizzazione del programma che prevede nuove realizzazioni, messa in sicurezza e reingegnerizzazione dell’attuale ospedale. Programma predisposto con studio di fattibilità dagli Uffici tecnici della Asl 02 che prevedono nello specifico: realizzazione del corpo P destinato a laboratorio di Analisi, Anatomia patologica, Risonanza magnetica e Radiologia, Pet-Tac e Medicina nucleare, realizzazione nel corpo M della sala ibrida e interventi sulle sale operatorie, mentre sul corpo L sono in programma i lavori di completamento del percorso diagnostico del Pronto soccorso. Peraltro, è previsto l’acquisto di 2 apparecchi per le  risonanze magnetiche che andranno a risolvere l’annosa problematica dell’utilizzo del camion posto all’esterno dell’immobile. Il tutto per una spesa complessiva di oltre 60 milioni di euro così finanziati:  49 milioni  ex art. 20; 2,6 milioni quale contributo 5% del bilancio regionale; 9 milioni relativi a prossime disponibilità. A ciò devono essere aggiunti gli oltre 16 milioni di euro già investiti dal 2019 ad oggi, tra cui ci sono le risorse per il robot “da Vinci” per Urologia e Ginecologia, per il reparto del professor Schips, e l’acceleratore lineare per Radiologia per il reparto del professor Genovesi. Questa è la risposta concreta di questo governo regionale e della maggioranza di centrodestra, dopo il nulla del  quinquennio D’Alfonso&Paolucci, alle critiche inconsistenti e pretestuose delle opposizioni di centrosinistra e dopo alcune uscite inopportune del Sindaco di Chieti”. E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Mauro Febbo.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia