È tutto pronto per la quinta edizione del festival internazionale di musica Chieti Classica, che si terrà nel centro storico di Chieti dal 26 luglio all’ 11 agosto 2022. Oggi in Comune la conferenza di presentazione della rassegna giunta alla quinta edizione, sotto la direzione artistica di Giuliano Mazzoccante, organizzata dall’associazione ArtEnsemble, la European Foundation for Support of Culture (EUFSC) e dal Comune di Chieti, con il patrocinio della Sovrintendenza archeologica Chieti-Pescara, della Prefettura di Chieti, della Regione Abruzzo, della Provincia di Chieti, del Museo Universitario, del Convitto Nazionale G. B. Vico e il supporto della Fondazione Banco di Napoli (main partner), della Fondazione Villa Serena per la Ricerca, Pasta De Cecco e numerosi altri partner privati. Il festival presenta un format unico che include momenti di studio e di spettacolo, in particolare l’edizione 2022 conta 14 masterclass e 12 concerti, oltre a tante sorprese. La formula, innovativa, è dare spazio ai big della scena mondiale affiancati da giovani talenti. Quattro i palchi principali: il suggestivo teatro-giardino di Palazzo De’ Mayo, il Museo Barbella, il palazzo del Governo e piazza G.B. Vico, tutti nei pressi di corso Marrucino. La partecipazione ai concerti è gratuita ma occorre prenotare, ecco il numero: 329/1428830 via WhatsApp. “Un grande onore accogliere questa rassegna, perché il valore è alto e si mette in una scia di tradizione della nostra offerta culturale, che si conferma di grande livello – dice  il sindaco Diego Ferrara – siamo contenti di inscrivere queste giornate in un cartellone ricco, impegnativo e di qualità di manifestazioni inclusive perché arrivano da tutte le realtà del territorio e che non può che fare bene a tutta la nostra economia, turistica e commerciale”. “Siamo orgogliosi di affermare la nostra compartecipazione alla realizzazione di questa autorevole rassegna pronta a crescere e diventare ancora più grande – ha aggiunto il vicesindaco e assessore alla Cultura e Grandi eventi, Paolo De Cesare – Rinnoviamo i nostri complimenti alla direzione artistica, che svolge egregiamente il suo lavoro per il festival, occasione anche per animare e riscoprire i più antichi e prestigiosi palazzi e luoghi della nostra città. Il circolo virtuoso di valorizzazione del nostro patrimonio tangibile e intangibile attraverso Chieti Classica è evidente e di riferimento, un valore aggiunto irrinunciabile, per dare alla città occasioni di vita e animazione di qualità”. “È con un sentimento di profonda gioia, che presento la quinta edizione di Chieti Classica e accolgo con calore e generosità i tantissimi artisti, oltre 100, che anche quest’anno faranno risuonare Chieti e l’Abruzzo con la grande musica! – parola del direttore Giuliano Mazzoccante – Grande musica eseguita da grandi maestri provenienti da tutto il mondo, ma anche solidarietà, perché fra gli artisti che si esibiranno ci sono anche Virtuiosi di Kiev, l’orchestra adottata dalla Città, sottratta alla guerra per proseguire il suo cammino artistico nella nostra estate e nella rassegna. Le date si intrecciano alla programmazione, quest’anno abbiamo cercato di indirizzarci sui luoghi che danno una certa possibilità di ascoltare con cura la grande musica che si farà. Il livello artistico è talmente alto che è davvero emozionante che si svolga a Chieti. Vogliamo crescere ancora, per farlo è indispensabile lavorare con continuità sfruttando al massimo le sinergie che il territorio può offrire e già da settembre saremo al lavoro per il prossimo anno. Ringraziamo il Comune con cui organizziamo l’evento, la Prefettura che sempre ci accoglie, ma anche gli sponsor di qualità che ci sostengono. Solidale, ma anche sostenibile, Chieti classica non avrà programmi di sala ma un QR code sulle sedie da in quadrare per accedere ai calendari ed evitare il consumo di carta. Le esibizioni sono scandite, ma ci saranno anche sorprese ed estemporanee, con piccoli eventi dentro la città e fuori dal programma perché chiunque possa godere della bellezza della musica”. “Un saluto doveroso da parte della Fondazione che in questo periodo è impegnata nel rinnovo degli organi amministrativi – afferma Vincenzo Mezzanotte consigliere generale della fondazione Banco di Napoli – Assicureremo sempre la presenza, visto che è uno dei compiti statutari delle Fondazioni, quello di dedicare attenzione e spazi alla fruibilità della cultura. Il nostro augurio è di continuare per questa strada per sviluppare un’azione di promozione sia culturale, sia turistica che trarrà di certo beneficio da questa riuscita e importante sinergia fra istituzioni”. “Siamo molto lieti di dare il benvenuto alla quinta edizione di questa rassegna – aggiunge Victoria Tikhomirova, delegata della EUFSC ai progetti con l’Italia – Il format è unico, con concerti e masterclass tenuti da professori di fama mondiale che si succederanno tutti i giorni fino all’11 agosto nei luoghi più prestigiosi della città. Vorrei ringraziare l’Amministrazione e i motori organizzativi di questa manifestazione per l’accoglienza e la disponibilità, siamo davvero felici di questa importante sinergia”. Tra le novità dell’edizione 2022, spicca il concorso pianistico internazionale Chieti Classica (dal 2 al 5 agosto) con un montepremi di 18.000 euro e la possibilità di volare a Dubai e accedere all’International Piano Competiton, uno dei più ricchi e prestigiosi al mondo. Chieti entra così in un circuito internazionale di musica classica insieme ad altre grandi città quali ad esempio Shangai, Yerevan, Washington. Qui tutte le info: https://www.14waystodubai.com<https://www.14waystodubai.com/>Inoltre, il fitto programma prevede quattro Serate Mozartiane con l’orchestra I Virtuosi di Kiev con direttori e solisti di fama internazionale, accolti nella città di Chieti già da diversi mesi. In calendario 26, 27, 29 e 30 luglio. Tra gli altri ospiti, anche Pavel Gililov (pianoforte) dal Mozarteum di Salisburgo, Zvi Carmeli (viola) dall’Università della Musica di Gerusalemm e Dora Schwarzberg (violino) da Vienna.

 

Ecco il programma completo (tutti i concerti sono a ingresso gratuito, previa prenotazione e fino ad esaurimento posti).

LUGLIO. Si parte domani, martedì 26 luglio alle 21 con la prima delle Serate Mozartiane: musiche di W. A. Mozart come dice il titolo stesso della serata. Sul palco l’orchestra “I Virtuosi di Kiev”. Solista Hans Suh, pianoforte. Direttore Lavard Skou Larsen. Appuntamento a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. A seguire, mercoledì 27 alle 21, appuntamento con la seconda Serata Mozartiana e con l’orchestra “I Virtuosi di Kiev”. Solisti Saskia Giorgini, pianoforte, Nikolai Managazze, violino. Direttore Dmitry Yablonsky. Appuntamento a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. I grandi romantici è invece il titolo del concerto di giovedì 28, ore 20.45. Musiche di J. Brahms, C. Franck, R. Schumann, F. Mendelssohn a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. Venerdì 29 doppio appuntamento: alle 20:45 è la volta di Fiati ed archi, tra lirismo e virtuosismo. Musiche di M. Bruch, F. Mendelssohn, R. Schumann, G. Rossini. Appuntamento a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. E alle 22, Serata Mozartiana con l’orchestra “I Virtuosi di Kiev”: Solisti Franck Russo, clarinetto. Sona Barseghyan, pianoforte. Direttore Alan Chircop. Appuntamento a  Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. Altro doppio appuntamento per sabato 30: alle 20.30 Violino, che passione! Musiche dal repertorio violinistico e di musica da camera, al museo Barbella. E alle 22 ultima delle  quattro serate mozartiane, con l’orchestra “Virtuosi di Kiev”. Solisti Maya Levy, violino. Direttore Dmitry Yablonsky. Appuntamento a  Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. Per domenica 31 è prevista invece una serata di gala alle 20:45, dal titolo La Grande Musica da camera. Musiche di L. van Beethoven, R. Schumann, P. Tchaikovsky. Al museo Barbella.

AGOSTO: sabato 6 alle 20:45. Amori e passioni in musica. Musiche del repertorio romantico. Al museo Barbella. Domenica 7 alle 20:45 I virtuosi del violino. Musiche di N. Paganini, P. de Sarasate, E. Ysaie. Al museo Barbella.  Lunedì 8 alle 21:30 Chieti Classica sotto le stelle – Notte Romantica in piazza G.B. Vico. Martedì 9 alle 20:45 I grandi classici: W. A. Mozart e L. van Beethoven, a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. Mercoledì 10 alle 20:45. Il poeta del pianoforte, Omaggio a F. Chopin, a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino. Ed infine giovedì 11 alle 20:45 Gran Galà finale. Allievi e docenti del Festival in Concerto a Palazzo De’ Mayo, teatro-giardino.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia