“Il consigliere regionale Silvio Paolucci perde il pelo ma non il vizio. Dopo aver amministrato da assessore regionale la sanità attraverso un’operazione di macelleria sociale smantellando di fatto la rete ospedaliera, oggi continua, in veste di opposizione, a distorcere la realtà falsificando numeri e dati a discapito della Regione e degli abruzzesi”. E’ la replica del capogruppo regionale di Forza Italia, Mauro Febbo, che aggiunge: “Paolucci continua insistentemente ad asserire che la Regione abbia erogato 12 milioni di euro al Napoli Calcio. Questa affermazione, oltre ad essere palesemente infondata, falsa e ingannevole, è di una gravità inaudita che mi induce a prendere in considerazione anche la possibilità di seguire le vie legali. Ricordo al preparatissimo Consigliere che il contratto stipulato ed approvato dalla Regione prevede per il 2020 un contributo di 1 (uno) milione di euro. La convenzione tra l’altro prevede una durata di sei anni più altri sei anni da rinnovare anno per anno. Questo significa che negli anni prossimi non sarebbe scontato che il Napoli Calcio tornerà a Castel Di Sangro e per il momento la Regione ha finanziato solo un milione di euro. Pertanto – continua Febbo – Paolucci oltre a dimostrare la sua troppa superficialità e la sua incapacità amministrativa, continua solo a danneggiare l’immagina turistica dell’intero Abruzzo e in modo particolare il settore turistico del comprensorio dell’Alto Sangro. Peraltro si continua a screditare una attività promozionale di valenza internazionale, 15/20 giorni di presenza su quotidiani e tv europei ed extraeuropei il cui valore è sicuramente infinitamente superiore a quanto speso. Ricordo come la scorsa estate il comprensorio dell’Alto Sangro abbia registrato, nonostante la pandemia da Covid con divieti e chiusure di ristoranti, alberghi e quant’altro, il tutto esaurito con livelli di occupazione straordinari. D’altronde una regione come il Trentino che del turismo fa la voce principale del proprio bilancio ha ospitato per anni e anni il Napoli calcio con un esborso di  900.000 euro l’anno, nonostante pochissima presenza di tifoseria partenopea a 1000 chilometri  di distanza. Capisco che per Paolucci & C. è difficile comprendere tutto questo visto che durante il loro Governo non hanno avuto per 46 mesi su 50 neanche l’assessore al Turismo, ma questo governo regionale crede fortemente nell’economia turistica e intende portare l’Abruzzo ai massimi livelli di attrazione e questo ha un costo. Eppure queste semplici nozioni amministrative – conclude Febbo – vengono insegnate o spiegate magistralmente all’università Bocconi”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia