Finalmente nonna Maria, dopo 5 piatti salati, ci propone un dolce della tradizione abruzzese: i biscotti della “ tresca”. Il nome deriva dal fatto che tali biscotti accompagnavano i lavori della trebbiatura del grano, in dialetto “tresca”. Sono biscotti che le donne riuscivano velocemente a preparare durante le faticose e soleggiate giornate di lavoro estivo. Secondo la nostra cuoca, le donne evitavano di preparare pietanze salate perché gli uomini bevessero meno vino e lavorassero più rapidamente.

Le donne del vicinato preparavano i biscotti da cuocere nel forno a legna che solitamente era condiviso da più famiglie. Troverete la dose originale, perciò per una dose da famiglia contemporanea dovrete fare la giusta proporzione.

Ingredienti  per circa 90 biscotti

  • 15 uova
  • 1 kg di zucchero 
  • 0.5 l di olio di semi
  • 0.5 l di latte
  • 2.5 kg di farina tipo 0
  • 1 bustina di vanillina
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • 5 bustine di lievito

In una ciotola piuttosto capiente, sbattere le uova con lo zucchero.

Unire il latte, la scorza di limone e l’olio, continuando ad impastare.

Aggiungere la farina setacciata alla quale avrete aggiunto il lievito e la vanillina.

Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto liscio e molto denso, la consistenza deve essere tale che il composto resta fermo nel cucchiaio. 

Con due cucchiai prelevare un po’ di impasto e adagiare sulla teglia da forno rivestita da carta forno, cercando di dare una forma tonda.

Infornare in forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti e comunque fino a doratura dei biscotti. 

Buona preparazione! 🍪

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia