Si fa ancora molta confusione riguardo i probiotici e i prebiotici, spesso questi due termini vengono utilizzati come sinonimi, in realtà sono due cose ben distinte.I probiotici sono i classici fermenti lattici. Non sono tutti uguali, esistono diversi ceppi di batteri che fanno parte di questo grande gruppo, ognuno con un compito specifico, per questo è importante saper scegliere l’integratore giusto per ogni esigenza!
Ma a cosa servono esattamente i probiotici?
– tengono a bada i batteri patogeni naturalmente presenti nell’intestino
– supportano la digestione
– migliorano il sistema immunitario
Dove li possiamo trovare?
– negli alimenti fermentati: kefir, yogurt, crauti (o altra verdura fermentata), formaggi
– negli integratori specifici
I probiotici, per sopravvivere e svolgere le loro funzioni, hanno bisogno di nutrimento, ovvero di prebiotici.

I prebiotici sono le fibre vegetali. L’essere umano non è in grado di digerirle, la digestione delle fibre avviene tramite i batteri buoni presenti nell’intestino, ecco
perché, in alcuni casi, quando l’intestino non è in perfetta salute, le fibre possono dare fastidio.
Mangiare fibre vegetali garantisce un buon equilibrio intestinale e la sopravvivenza e proliferazione della flora batterica amica. Al contrario, un’alimentazione ricca di grassi porterà allo sviluppo della flora batterica patogena che si nutre proprio di zuccheri e grassi.
Dove possiamo trovare i prebiotici?
– frutta
– verdura
– legumi
– integratori
È molto importante l’idratazione corporea. Bere almeno 1,5 lt di acqua al giorno aiuta ad ammorbidire le fibre che, in caso contrario, potrebbero irritare l’intestino!!!

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia