“Saremo rigorosi sul rendiconto, procedendo all’approvazione in tempi rapidi e rispondenti alle scadenze previste dalla procedura commissariale. Per questo non viviamo negativamente la missiva della Prefettura, perché siamo certi che da parte del Prefetto ci sia la massima disponibilità a sostenerci nel cammino di risanamento dell’Ente che abbiamo intrapreso. Con la sua missiva, fisiologica alla procedura che lui stesso ha attivato, ci ha formalmente ricordato che chiusa la fase del Commissario, deve ora esprimersi il Consiglio”, così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore al Bilancio Tiziana Della Penna in risposta alle dichiarazioni della minoranza in merito al documento.

“Se è stato possibile arrivare a questo punto in tempi brevi, è perché il lavoro di chiusura dei conti era in gran parte  definito e di qualità, come ha certificato il professionista incaricato dal Prefetto, assolvendo a tale compito speditamente – spiegano gli amministratori – Non si tratta di una convinzione autoreferenziale, abbiamo segnali incoraggianti circa il fatto che il percorso che abbiamo scelto, sebbene sia più complesso e lungo, è quello da compiere: ad esempio essere riusciti a riportare la cassa comunale a un saldo positivo, che al 31dicembre 2021 era di circa un milione di euro, cosa che non si verificava da tantissimi anni.

Siamo consapevoli delle difficoltà che abbiamo dovuto affrontare, sono state tantissime e hanno inciso anche sui tempi del rendiconto, ad esempio le complesse procedure di verifica e certificazione attive su Teateservizi, in gestione straordinaria. Aprendo il vaso di Pandora è uscito di tutto e di tanto in tanto affiora ancora molto, di nuovo e imprevisto. Tant’è.

In questi giorni stiamo provvedendo alle notifiche necessarie all’approvazione del rendiconto in Consiglio, aspettiamo a breve il parere dei Revisori dei conti comunali per poter procedere all’approvazione. Contiamo di farlo al più presto, passando anche in Commissione Bilancio, un cammino peraltro già attivato durante la seduta di mercoledì scorso a cui ha partecipato il Commissario. Inoltre dagli uffici ci arrivano notizie positive sul bilancio: quindi l’auspicio è che si apra al più presto una vera e propria sessione che parta dal consuntivo e arrivi al previsionale.

Consapevoli di tutto questo, non possiamo ricevere giudizi e lezioni da una minoranza che ha governato prima di noi e non è stata capace nemmeno di votare il proprio rendiconto. Infatti, l’ultimo a firma dell’Amministrazione precedente lo abbiamo votato noi appena ci siamo insediati, perché loro lo hanno ripudiato, pur avendolo prodotto. Su una cosa hanno ragione, la situazione di Chieti è importante, ma noi la conosciamo bene, perché pur non avendola provocata, la stiamo affrontando ogni giorno per dare alla città le risposte che chiede da anni”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia