Si è conclusa sabato 30 luglio, con grande successo e aldilà di ogni aspettativa, la proiezione in anteprima del film “Troppa famiglia” presso lo Stadio “Domenico Di Fazio” del Comune di Rapino. Dopo le tappe di Roma e Lanciano, il lungometraggio diretto da Pierluigi Di Lallo è approdato per l’appunto a Rapino, che rappresenta il vero fulcro attorno al quale è stato costruito l’intero impianto scenico e narrativo dell’opera cinematografica. La possibilità di poter godere dell’anteprima del film è stata offerta non solo alla comunità locale, ma a tutti coloro che dall’intera Regione Abruzzo fossero incuriositi e ammaliati dall’idea di poter ammirare i nostri paesaggi in un film destinato alla distribuzione sui grandi schermi di tutta Italia. “Questa incredibile possibilità si è tradotta in una partecipazione di massa di almeno 600 persone non solo da parte dei nostri concittadini e degli abitanti delle comunità limitrofe, ma anche dalle più importanti cariche di moltissimi Comuni della nostra Provincia” ha dichiarato soddisfatto il Sindaco Rocco Micucci. Infatti hanno presenziato tra gli altri il Sindaco di Chieti Diego Ferrara, il Presidente del Parco Majella Lucio Zazzara, il Sindaco di Miglianico Fabio Adezio, il Sindaco di Bucchianico Carlo Tracanna. È con grande onore che il Primo Cittadino ha rivolto a tutti costoro un sentito e caloroso ringraziamento per aver deciso di partecipare a un momento di grande lustro per la comunità a dimostrazione di quanto il territorio sappia essere coeso. Tra gli ospiti, inoltre, anche il regista Pierluigi Di Lallo e gli attori Daniela Giordano e Riccardo Graziosi, grazie “alla cui volontà il film ha avuto ragione di esistere. Alla luce di ciò a ognuno di loro è stato fatto dono di un ricordo in ceramica, prodotto dalla bottega locale Tasca Giovannina, a sugello della gratitudine da parte dell’Amministrazione comunale nei loro confronti. Il regista Pierluigi Di Lallo, con sua grande sorpresa, è stato inoltre insignito dal Consiglio Comunale di Rapino della cittadinanza onoraria, su proposta del Sindaco Rocco Micucci e approvazione della maggioranza con voto unanime. Dichiara Micucci. “Se è vero che ogni cittadino ha il dovere di sostenere, elevare e impegnarsi per la propria comunità, era altrettanto doveroso da parte dell’Amministrazione accogliere con affetto nella cittadinanza un artista in grado di proiettare il così apparentemente piccolo Comune di Rapino in tutta la Nazione e persino all’estero”, come testimonia la partecipazione del film “Troppa famiglia” all’ ICFF Italian Contemporary Film Festival 2022 tenutosi a Toronto in Canada. Questa opportunità ha rappresentato per Rapino e l’intero Abruzzo, dunque, un volano per la promozione territoriale, una possibilità per far sì che il nostro paese possa godere di una nuova spinta turistica e che la sua conoscenza si diffonda oltre la nostra Regione. La comunità rapinese potrà godere ora della presenza di un nuovo concittadino la cui sensibilità, prospettiva speciale e legame col territorio possano rappresentare un esempio per tutti. Perché, in fondo, come ci ricorda Pierluigi Di Lallo nel suo film, “spesso le problematiche familiari, le esigenze della quotidianità ci portano a sentirci stretti nella piccola realtà che viviamo e ad agognare orizzonti più vasti e lontani. Eppure, se tutti ci fermassimo un secondo a riflettere sulla fortuna di poter vivere qui, in questo paese, per tutti noi sarebbe evidente una semplice verità: Rapino è meglio del Portogallo!”

 

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia