Dopo più di due anni di sospensione forzata a causa della pandemia, riapre la scuola di recitazione del Teatro Marrucino di Chieti. Questo pomeriggio i vertici del Consiglio di Amministrazione della Deputazione Teatrale,il Presidente Giustino Angeloni e Maria Cristina Stumpo, hanno presentato al Foyer bar del Teatro Marrucino l’offerta didattica dei corsi della Scuola di recitazione per l’annualità 2022-2023.

Presenti anche il Direttore Artistico della deputazione teatrale, il Maestro Giuliano Mazzoccante, e la coordinatrice dei corsi Giuliana Antenucci che ha illustrato come saranno strutturati i corsi: “Ci saranno quattro moduli diversi, il primo si chiamerà “Favolando” e sarà rivolto ai bambini da sei a dodici anni. Poi “Innamoramento al teatro” che riguarderà i ragazzi e le ragazze da dodici a diciotto anni, e “Teatro che passione” per persone di tutte le età. Infine è stato previsto anche un quarto corso trasversale, che sarà dedicato all’esercizio della lettura e della dizione. Questa scuola sarà il posto dell’anima della città di Chieti – il commento entusiasta della coordinatrice del corso che spiega: “il Teatro è ,insieme alla musica, l’unica forma d’arte che può salvare dalla asocialità, perché insegna ai bambini l’ascolto, la forza della parola e delle emozioni. Organizzeremo anche le settimane della cultura che faranno avvicinare i ragazzi alle tradizioni degli altri Stati europei”.

Le lezioni si terranno presumibilmente Mercoledì, Giovedì e Venerdì e il calendario sarà adattato in base alle caratteristiche dei partecipanti.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia