E’ nel centro storico di Chieti il Michail Cechov Studio, la prima scuola di recitazione in Italia fondata sui metodi e le tecniche di uno dei più grandi attori e registi del 20° secolo, definito da Stanislavskij il suo più brillante allievo. Cechov infatti creò una personalissima tecnica attoriale, plasmata in Russia, ma che raggiunse la massima espressione nella “Mecca” del cinema –  Hollywood – diventando un grande punto di riferimento per attori del calibro di Ingrid Bergman, Marilyn Monroe, Paul Newman ed Anthony Quinn.

Il suo approccio innovativo, in passato definito “troppo metafisico”, ha invece offerto un’alternativa al metodo “scolastico” delle Accademy. Le componenti che vengono messe in gioco sono corpo, intelletto ed immaginazione, che lavorano all’unisono. Su tutto domina il “Gesto Psicologico”, movimento in parte tangibile, ma in grado di trasferire il sé dell’attore nella caratterizzazione del personaggio.

Ci ha aperto le porte Alex Di Francesco, direttore artistico del MCS a cui abbiamo chiesto come tutta questa teoria possa essere resa pratica su di un palcoscenico o davanti una macchina da presa.

“Il gesto psicologico – spiega – è un unico gesto, che contiene i pensieri, i sentimenti e le volontà del personaggio. Si utilizza il corpo fisico per prendere dall’esterno e poi trasferirlo nel corpo vitale. Si allenano le sensazioni. Si abbandona il perché e si lavora sul come, sulla qualità dei movimenti plastici, attraverso l’incorporazione dell’immagine”.

Sul rapporto con il copione e sulla formazione della scuola il Direttore Di Francesco precisa: “Avviene attraverso il potenziamento del subconscio, perché lì ci sono anche quelle parti che la mente tende ad abbandonare. Sfruttiamo le prime  immagini, che poi vengono montante e trasferite sul testo, facendo sì che le battute  vengano tutte originali e nuove. E’ l’inconscio che crea, senza censure. E’ la parte leggera, quella istintiva, che riesce a far andare oltre l’opera”. La maggior parte delle nostre attività sono in forma individuale; gli attori possono venire per apprendere la tecnica di Cechov oppure per preparare un’audizione o altri progetti lavorativi. Ad oggi abbiamo tanti ragazzi impegnati in serie televisive. Organizziamo anche incontri di gruppo come il “Cechov experience” con ragazzi che giungono da tutta Italia. Veniamo costantemente contattati dagli uffici casting sia per svolgere provini sia per richiederci attori. Abbiamo inoltre gli strumenti per realizzare self-tape e show reel, metodi di  casting sempre più diffusi nell’industria cinematografica”.

“Siamo impegnati- conclude il DirettoreDi Francesco- in un progetto di co-produzione per un film in Serbia-Montenegro e nella realizzazione anche di nostri spettacoli, come quello di teatro-danza organizzato per l’apertura del Festival del Cinema di Roma nel 2018”.

Per qualsiasi approfondimento consultare il loro sito www.michailcechovstudio.com

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia