Un’edizione da record. Sono oltre 3mila i visitatori della mostra del Premio Michetti edizione 73 a Francavilla al
Mare, dal titolo “Figura, figurae. L’immagine delle immagini” a cura di Nunzio Giustozzi, in collaborazione con il Museo Barbella di Chieti e con l’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, con il sostegno della Regione Abruzzo e del Comune di Francavilla al Mare.

L’esposizione 2022 terminerà con un finissage martedì 27 settembre alle 18.00, al quale parteciperanno sia il vincitore del Premio Michetti 73, Velasco Vitali, sia il Presidente della Giuria, Costantino D’Orazio. L’evento include sia una visita guidata alla mostra che una performance di danza di Alice Zaccardi.

Hanno superato quota 2mila i voti online degli appassionati d’arte per l’assegnazione del primo Premio Digital Michetti. Fino a domenica 25 settembre sarà possibile votare le opere in concorso su www.fondazionemichetti.it. Il Digital Michetti sarà assegnato al termine del finissage del 27 settembre. Questi gli artisti in concorso: Giulio Catelli, Paolo Delle Monache, Roberto De Santis, Monica Ferrando, Giovanni Gasparro, Elena Giustozzi, Matteo  assagrande, Luca Pignatelli, Luigi Spina, Marzio Tamer, Sandro Trotti, Velasco Vitali, Rita Vitali Rosati.

Così il curatore del Premio Michetti 2022, Nunzio Giustozzi: “Attraverso le opere dei Maestri in concorso ho inteso promuovere un’arte sincera e Potente, come la pittura pura del vincitore Velasco Vitali, che provocasse nell’osservatore una vibrazione sentimentale profonda e appagante, una bellezza capace di emozionare e coinvolgere senza eccessivi sforzi interpretativi. Così è stato a giudicare dalle lusinghiere impressioni dei numerosi visitatori della mostra e dall’incredibile favore riscosso dal Digital Michetti che con il voto online per la prima volta affida anche al gradimento del pubblico la scelta del migliore, primo tra pari”.

Il Presidente di giuria, Costantino D’Orazio, plaude alla riuscita del progetto: “I successi del Premio Michetti 2022 e del primo Digital Michetti confermano anzitutto che la pittura non è stata travolta dalle nuove tecnologie: la qualità degli artisti e la grande attenzione del pubblico e della stampa per la manifestazione che anima da quasi tre
quarti di secolo Francavilla al Mare e l’Abruzzo dimostrano il contrario. La pittura non solo è viva, ma vivace: resta uno degli strumenti più efficaci per esplorare il mondo contemporaneo, le sue contraddizioni e le sue speranze”.

“E’ stata un’edizione 73 al di sopra delle più alte aspettative – conclude il Presidente della Fondazione Michetti, Andrea Lombardinilo – con tante belle sorprese a cominciare dal livello delle opere degli artisti, passando per la grande attenzione del mondo dell’arte e della stampa e per l’entusiasmo degli appassionati d’arte per la mostra e
concludendo in bellezza con il Digital Michetti, che grazie al digitale ha reso l’edizione 73 nazionale e internazionale. Continueremo il percorso di innovazione, nel pieno rispetto della tradizione che incarnano Francavilla al Mare e l’Abruzzo. Per un Michetti 74 sempre più d’autore!”.

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia