Il Tribunale di Chieti ha condannato nel pomeriggio a 3 anni e 6 mesi di reclusione Marcello Rosato, dirigente scolastico di 48 anni, di Lanciano, finito sotto processo per atti sessuali con un alunno all’epoca minorenne, e che oggi ha 21 anni, con abuso dei poteri connessi alla sua funzione. L’accusa aveva 4 anni e sei mesi. Il Tribunale di Chieti  ha anche applicato a Rosato l’interdizione perpetua da qualsiasi ufficio attinente  alla tutela, alla curatela e all’amministrazione di sostegno. I fatti si sono verificati da settembre del 2017 ad aprile del 2018,  sia all’interno della scuola superiore di  Ortona, di cui Rosato era dirigente,  sia nella sua casa al mare di San Vito Chietino.

 

Lascia un commento

Devi essere loggato in per commentare la notizia